Cosa Vedere

Portofino, a World apart
    07
    February 2016

    La sensuale Santa Margherita Ligure.

    Santa Margherita Ligure near Portofino

    Santa Margherita Ligure è una tranquilla cittadina sul mare – un pò trendy –  a cavallo tra RapalloPortofino nella Riviera Ligure di Levante. Famosa ai tempi della “Dolce Vita”, era meta di personaggi famosi nel periodo tra gli anni ’70 e ’80. Fù luogo di divertimento soprattutto per il Covo di Nord Est, una delle discoteche più famose e suggestive d’europa che recentemente, se pur in contesti molto diversi, ha ripreso a vivere con una nuova gestione. Oggi è una località intatta sul profilo paesaggistico, molto tranquilla, con clima mite tutto l’anno. La consigliamo per relax, per passeggiate, per ritrovare se stessi e per tutta la famiglia.

    Non c’è traffico, il centro è quasi tutto pedonabile, ci sono supermercati ed è possibile trovare ancora “botteghe” dove assaggiare cibi e prodotti del posto. Nel periodo estivo tra Luglio ed Agosto, c’è movimento alla sera nella piazzetta. Soprattutto ragazzi in eta tra i 14 e  25 anni. Non consigliamo Santa Margherita Ligure per single, per appassionati di sfrenate serate e modaioli accaniti. La vita notturna usualmente si calma entro l’una di notte anche se è possibile continuare la serata al Covo o al Carillon di Paraggi che consigliamo solo al sabato sera. Santa Margherita Ligure è perfetta per rilassarsi, godere del mare soprattutto nelle spiagge dopo il Covo di Nord Est e Paraggi;  per la cucina, soprattutto di pesce e per stare tranquilli lontani dal caos e dal traffico.

    13
    July 2010

    Oratorio di N.S. Assunta.

    Oratory Nostra Signora Assunta

    L’oratorio risale al 1300, costruito vicino all’ospedale, ora scomparso, era la sede della confraternita. Anticamente ornato con pinnacoli e lesene di stile gotico, presenta un pregevole portale in ardesia e al suo interno vengono conservati due Cristi lignei processionali utilizzati per la celebrazione di San Giorgio.

    Celati sotto le lunghe e anonime cappe e gli appuntiti cappucci, i confratelli svolgevano con umiltà la loro azione di cura dei malati e soccorso dei bisognosi. Erano marinai, artigiani, contadini, popolani o benestanti uniti dalla stessa disponibilità alle azioni più umili, al rispetto per il prossimo e dal desiderio di espiazione.

    Si trova scendendo in Via Roma verso la Piazzetta a metà sulla destra. Ci sono molti negozi, boutique e negozi d’arte nei dintorni. A volte ospita artisti innamorati di Portofino che espongono alcune opere.

    Portofino, un mondo a parte.

    13
    July 2010

    Molo Umberto I°

    Molo Umberto Portofino

    Ospita l’attracco di lussuosi yacht che hanno fatto la storia e il fascino di Portofino nel mondo.  Nel futuro in fondo al Molo Umberto, sarà possibile disporre dell’ascensore per recarsi al Castello Brown.

    In fondo, è possibile trovare pescatori rammendare le loro reti.

    Arrivati sulla Piazzetta più famosa del mondo, recarsi nella parte di destra. Il primo molo è destinato allo sbarco dei battelli turistici. Qui potete trovare anche Taxi Boat per gite turistiche a San Fruttuoso e Cristo degli Abissi, Santa Margherita Ligure e Camogli. Vi consigliamo di accertarVi sui costi. Più in fondo potrete ammirare favolose barche a motore e vela dei nostri Ospiti o delle varie regate presenti nella baia di Portofino.

    Ci sono anche un paio di Ristoranti con tavoli a pochi metri dal mare in piena visuale della Piazzetta e del passaggio.

    Potrete trovare anche la sede dello Yacht Club locale.

    Portofino, un mondo a parte.

    13
    July 2010

    Il Castello Brown, fortezza di Portofino.

    Portofino Castello Brown

    Il castello Brown è circondato da un giardino mediterraneo ricco di fiori, roseti e pergolati. Tutto intorno il panorama è incantevole aprendosi sul golfo fino a punta Baffe e dal terrazzo sull’ingresso di Portofino.

    E’ un posto davvero indimenticabile, sia per la vista che offre, la circostanza in cui risiede e la tranquillità che Vi avvolge rendendoVi sereni e ben disposti.

    Consigliato. Anni addietro venne usato per il celebre party della regata velica Trofeo Zegna.

    Acquistata nel 1870 dal console inglese Sir Montague Yeats Brown, fu restaurata dall’arch. D’Andrade. Proprietà Comunale dal 1961, è stato oggetto di recente restauro conservativo ed è aperto alla visita turistica Ospita la sede di rappresentanza dell’Area Marina Protetta di Portofino.

    Fu eretto intorno all’anno 1000 in posizione dominante per controllare l’ingresso all’insenatura. Nei secoli successivi fu più volte ristrutturato ed ampliato. Durante dei lavori sono state rinvenute alla sua base tracce di una preesistente torre romana databile molto probabilmente tra il II-III secolo d.C.

    E’ dal 1961 proprietà del Comune di Portofino che spesso lo utilizza per esposizioni. Il castello merita sicuramente una visita per lo stupendo panorama che si gode su tutta Portofino e la baia.

    13
    July 2010

    Il Faro di Portofino.

    portofino-elena-lighthouse

    Il Faro di Portofino è situato alle pendici del Monte di Portofino ed è all’ingresso della Baia. E’ raggiungibile via terra attraverso una suggestiva e romantica passeggiata in mezzo al verde con partenza sul lato destro della Piazzetta, sino alla Chiesa di San Giorgio e quindi avanti verso il Faro.

    Si consigliano scarpe comode e acqua a disposizione. Evitare tacchi. Passeggiata di circa 20 minuti.

    Il Faro con il suo torrione bianco affiancato da un edificio di due piani, è di tipo a fanale a lampi rossi con periodo di 3 secondi e portata di 7 metri. E’ tuttora un preciso riferimento per chi va per mare, essendo l’ avamposto del piccolo porto naturale ottimamente protetto dai venti e dai marosi.

    Portofino, un mondo a parte.

    13
    July 2010

    Chiesa di San Martino

    Chiesa di San Martino a Portofino

    Questa chiesa parrocchiale, edificata nel X secolo, si trova proprio all’ingresso di Portofino, in posizione dominante rispetto al borgo, alle case a “schiera” dei pescatori e al mare che ne rispecchia i colori vivaci.

    Scendendo dalle scale adiacenti, si può scorgere subito la piazzetta attraverso una passeggiata immersa nei tipici colori pastello murali.

    Guardando la facciata e il piccolo sagrato si notano i caratteri dello stile romanico nella forma saliente centrale, negli archetti pensili che sottolineano i cornicioni dei tetti, nel portale centrale, nel rosone e nella torre campanaria.

    Abelliti e trasformati nel tempo rivivono gli echi dell’elegante tradizione architettonica medioevale.

    Portofino, un mondo a parte.

    13
    July 2010

    Chiesa di San Giorgio

    Portofino ST George Church

    San Giorgio, eroe armato che combatté e sconfisse l’orribile drago, è il reale e decantato idolo del paesaggio artistico di Portofino. E’ dedicata proprio a lui l’omonima chiesa ricostruita negli anni ’50 per dare seguito all’opera precedente datata XII Secolo che andò distrutta dai bombardamenti.

    L’abbazia di San Giorgio – celebre per i famosi matrimoni – si raggiunge tramite la pedonale che parte dalla Piazzetta di Portofino sulla destra sino alla Chiesa stessa. C’è leggera salita. Proseguendo è possibile raggiungere il Faro di Portofino. Passeggiata consigliata e molto romantica.

    Un golfino sulle spalle per le Signore dal pomeriggio in poi.

    Dalla terrazza si gode un’ampia visuale del promontorio proteso nel mare per 4 km, oltre al golfo del Tigullio e dei suoi centri terminali dalle vie di valico dell’Appennino ligure. Con l’appoggio del vicino castelletto e della torre di avvistamento attigua si vede un ampio settore dell’Alto Tirreno. La particolare posizione di questo luogo d’osservazione era stata già scelta dai Bizantini dell’Impero Romano d’Occidente per il controllo e l’avvistamento costiero in appoggio alla flotta di stanza a Genova. Nell’antichità spesso, le funzioni di stabile vedetta e presidio, vennero affidate ai titolari di chiesette-osservatorio dedicate a santi-protettori contro malattie, infortuni e ferite come Sant’Apollinare, San Pantaleo, Sant’Eufemiano. A Portofino la protezione era certamente affidata a San Giorgio.